Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

sabato 1 ottobre 2016

Vegano fa rima con marziano

Miaoooo! Innanzitutto un caloroso benvenuto a due nuove lettrici di Sclerosette: Birretta e Sentimenti e Laura Vasta. Ciao ragazze!!!
Oggi mi riprendo dopo un giorno di depressione nera dove non volevo neanche parlare...volevo scrivere qui sul blog, ma poi ho pensato a non deprimere anche voi e che fosse meglio, comunque, non fare nulla. Quando in casi come questi, il mio "veganesimo" va a farsi benedire e mi sparo due coppette da 3 euro di gelato con la panna...ebbene si! E vado a mangiarli sola soletta come una drogata che si nasconde. Parliamone: innanzitutto, il cibo, i dolci come materia con il quale appagarsi artificialmente...non è sano. In secondo luogo, ho pensato al mio essere "vegano" e rifletto su come noi stessi e gli altri ci giudichiamo severamente quando commettiamo uno strappo al regola. Strappo di che?! Mica è una religione e non ce l'ha ordinato il dottore! Anzi: nel mio caso ho fatto tutto da sola...eppure se indosso una borsa o una giacca di pelle, mi sento in difetto, incoerente con la mia scelta. Perché?! Se mangio il miele mi viene detto: "non è vegano" oppure "allora non sei vegana". C'è una sorta di dito puntato che scatta in automatico da parte di chi mangia tutto senza porsi questioni di alcun tipo. Se te magni tutto come se fossi in guerra e dovessi morire domani, non si pone il problema della "contravvenzione" al tuo regime alimentare, ma se dici di essere vegano o gli altri ti etichettano in questo modo poiché nonmangicarnepesceuovalattederivatialloraseivegana, le tue abitudini alimentari vengono prese per il culo e/o messe sotto la lente d'ingrandimento! Allora, se tu onnivoro, mangi troppe verdure, stai "tradendo" il tuo regime alimentare ufficiale? Non sei onnivoro, bensì tendenzialmente vegetariano?! Ora capisco perché una mia ex amica non specificava se essere vegetariana o vegana quando glielo chiedevo: "Sei vegetariana o vegana?". E lei rispondeva, sulla difensiva: "Io non compro latte, derivati e uova". Ed io non comprendevo cosa volesse dire. Ora invece so di cosa stiamo parlando, quel che solitamente accade: una persona può essere vegana a casa sua, ma se è ospite a casa di qualcuno o si trova all'estero o costretta a mangiare fuori, può accadere di doversi "adattare" a quel che c'è! Piatti vegetariani sono molto più semplici da trovare rispetto ai vegani...anche se una parola, che sembra il nome di extraterrestri proveniente dal misterioso paese di Vegan, connota in realtà cibi semplici e che provengono dalla terra...in una parola: vegetali, come bruschetta, la pasta al pomodoro o la pizza marinara!!! E ora, proprio ora, mentre scrivo: ho avuto un'epifania...questa parola "vegana/o" è stata inventata proprio per allontanare, etichettare e rendere strano, straniero, marziano, settario. Avete rotto! Mangiatevi quello che vi pare e non ci rompete le ovaie con la pseudofantascienza ortoressica.
"Voi amici degli animali che ne pensate delle zanzare...le uccidete?!". Si, personalmente le uccido perché mi pungono dalla testa ai piedi come se scoppiasse la guerra delle zanzare domani. Non sono vegana per questo? Bene, allora adesso la smetterò di sentirmi in colpa o in difetto quando indosso la mia vecchia giacca di pelle e non penserò di aver tradito la mia "religione" alimentare quando sarò costretta a mangiare la pasta dell'albergo di Opi mantecata col formaggio "perché sono l'unica vegana" e le tue abitudini ci scombinano i piani (tradotto: ci rompi quindi mangia questo e muta!).
Da oggi in poi anch'io dirò che mangiotendenzialmentecibivegetalitranneilmiele, tuttavia nonmangiolasoiaperchéènociva e noncomproabbigliamentoinpelle ma indossotuttiicapiinpellecheavevoacquistatoprimadellamiasvoltavegetale. Oppure: non mangio proteine animali tranne il miele. O ancora: chissenefrega. Mangiate quello che vi pare, lasciatemi in pace e non puntate il dito voi che vi mangiate tutto come se non ci fosse un domani!

P.S: I baci sono vegani o carnivori?!

4 commenti:

  1. Ciao Sclerosetta!! Come stai? Meglio? Sono una vegetariana che tenta di essere una vegana, ma non ci riesce, così mangio anche io il gelato col latte .. e il formaggio.. forse un giorno sarò più brava..
    PS: uccido le zanzare per legittima difesa ;) ma le cimici no, le invito a stare fuori casa, se entrano le accompagno fuori senza ucciderle con la carta, mi fanno simpatia.

    RispondiElimina
  2. Ciao Birretta, facciamo rima! Come stai tu? Io sono nei bassi dei miei alti e bassi ma...risalirò. Se puoi, mangia meno formaggio possibile: leggi "The China Study"...funziona:).
    Si, le zanzare sopravviverebbero in casa mia se solo non mi pungessero...carino il tuo soprannome!

    RispondiElimina
  3. Ahaha hai ragione, è tutta colpa delle zanzare, non nostra ;)
    Grazie per la lettura che mi ha consigliato, mi sa che è proprio ciò che mi serve per far scattare la molla vegana .. Ti farò sapere

    RispondiElimina
  4. Comunque ho dato un'occhiata al tuo blog ed è veramente carino! :)

    RispondiElimina