Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto medico: se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

giovedì 25 aprile 2013

Un incontro per caso

La vita scorre felicemente, a volte meno, ma comunque presi nel tran tran quotidiano non si riesce a scrivere tutto quello che si vorrebbe. E cosi' vi racconto di un bell'incontro avvenuto tempo fa. Aspettando Max, mi sono recata in un parco dove andavo con una compagna di classe e il suo cane, ai tempi del liceo. Il parco e' grande e guardo in giro per vedere dove fermarmi. I cani e i proprietari che incontro non mi attirano e, in ultimo, mi colpisce una donna col bassotto a pelo ruvido. Mi avvicino e il cane e' timoroso, abbaia. Come accade spesso quando si e' in compagnia del proprio cane, comincio a conversare con questa donna, inizialmente del suo cane e della sua paura di avvicinarsi. Poi non so di cos'altro, credo di cure alternative che funzionano e, ad un certo punto, le dico: "Signora, io non so perche' glielo dico, ma ho la sclerosi multipla". Questa donna mi risponde che conosce la malattia molto bene, perche' sua sorella piu' grande ne era affetta e ne era addirittura morta. Cosi' io le ho fatto delle domande e lei mi ha raccontato la storia di sua sorella. Affetta da sclerosi molti anni fa, era morta perche' si era suicidata, non ricordo come, forse con dei tranquillanti. Aveva voluto farla finita perche' la malattia l'aveva segnata severamente: questa ragazza, all'eta' di poco meno di 30 anni camminava molto male e il suo handicap era visibile a tutti. E nonostante avesse un ragazzo che l'amava, la malattia l'ha afflitta, quanto la madre che si vergognava di lei e non ricordo se anche il padre. La madre si vergognava perche' si vedva che lei era malata. Cosi' ho cominciato a piangere e la proprietaria del bassotto mi ha abbracciato e consolato, anche se forse avrei dovuto farlo io. 


Mi ha colpito tantissimo la storia di questa sclerosetta, non so se per la "casualita'" dell'incontro, se per la coincidenza di avere la stessa malattia della protagonista della storia o per la fine che ha fatto questa ragazza. Una storia di sofferenza, emarginazione e terribile solitudine. Ovviamente mi metto nei suoi panni e non in quelli di sua madre, pero' non voglio giudicare nessuno a spada tratta, (anche se potete immaginare cosa penso istintivamente di taluni atteggiamenti), ma soltanto chiedervi perche' accadono queste cose. Perche' non si trova il giusto sostegno in famiglia. E perche' spesso si e' addirittura vittime della vergogna degli altri e addirittura dei familiari. Ma che c'e' da vergognarsi se un figlio si ammala?! Oltre il danno anche la beffa? Cosa succede, la madre si sente una cattiva madre, perche' ha concepito un figlio malato e la figlia si sente in colpa per non essere sana come dovrebbe?


Questa sei tu, sclerosetta che non ho mai conosciuto e che "per caso" mi ha fatto incontrare tua sorella, il bassotto e la tua storia. Ciao.

Giuliana


Go Vegan


Quanto sei fico Paul McCartney! Ma quanto sto male in questo quarto mese vegano!!!! Usciti dal colloquio con Valdo Vaccaro, Max si e' messo a cercare il tarassaco sui campi della provincia udinese e lo abbiamo assaggiato a cena! Poi, ha avuto un po' la fissazione di questa benedetta pianta e me la voleva propinare tutti i giorni...aiuto!! Sono pur sempre un ex-cassonetto e ho una dignita' da difendere! Scherzi a parte. In quest'ultimo mese, sono cambiate tante cose e ho acquisito anche delle nuove consapevolezze. Di base, ho scoperto di essere una vegetariana con tendenze vegane, ma non troppe. Nel senso che il latte non lo bevo e non lo uso piu' per cucinare e fare i dolci, pero' se qualcuno mi offre una bella torta al cioccolato, il tiramisu' e quant'altro, non riesco a rinunciare. Idem per le uova. Non parliamo poi del mio fantastico gelato biologico da Neve di Latte! Tuttavia, poiche' ho deciso di guarire, sto prendendo soltanto i gusti senza latte, ma per me che adoro pistacchio, cioccolato, crema, tripla panna, ecc...e' difficile rinunciare alla mia passione e, forse, al mio modo di essere. Da quando ero piccola ho vissuto sempre le diete come se fossero rinunce, ma qui c'e' in gioco la mia salute. E io mi ispiro a Roby da matti (Roberto Bruzzone), che un giorno disse: "Io non voglio camminare, voglio proprio correre!". E cosi' io non voglio stare bene, voglio proprio guari'! Ho deciso e ci riusciro' anche se il cammino e' tortuoso, per chi come me, si mangerebbe un pezzo di tovagliolo o di albero, per cena. Quindi, per ora sono vegana con un po' di fatica. Sul sito di Valdo Vaccaro, ho letto che dalle malattie neurologiche, come la sclerosi, l'organismo impiega circa 9 mesi per depurarsi e quindi, per guarire. Quindi, vi faro' sapere come andra' :).
Attenzione! Non sono in difficolta' per carne e pesce, anzi: sono irrimediabilmente vegetariana! L'altro giorno, mentre studiavo con una dolce fanciulla, ho avuto il volta stomaco a leggere di come finiscono mucche e vitelli nei macelli, per il latte, la carne e il formaggio. E ho pensato, ma che davvero? Fino a ieri li mangiavo sotto forma di carne, latte, formaggio e ora mi fa male lo stomaco a pensare alla vita di merda che fanno e a come vengono barbaramente uccisi?! Ebbene si! Perche' essere vegetariani cambia il modo di pensare, in un modo che non ti aspettavi. Vi dico soltanto che volevo cambiare il colore del blog, ma non ci sono riuscita! I miei cani sono addirittura diversi con noi, piu' attaccati, piu' collegati mentalmente. Amelie, la mia favolosa bassotta, colei che mi ha cambiato la vita, ora vuole solo frutta e verdura! La chiede spasmodicamente e mangia lamponi, insalata, pomodori, zucchine, dycon...lo faceva anche prima, ma ora addirittura molla i croccantini per mangiare primizie crude!!!
E poi, inspiegabilmente, incontro e interagisco solo con vegetariani o vegani, senza sceglierlo o preventivarlo. Prima non mi succedeva!! Vi porto qualche esempio:
  • al palazzetto dello sport, di venerdi' sera, si avvicina un uomo di 40 anni con il cane, chiacchieriamo...e dopo venti minuti, scopriamo che e' vegetariano;
  • al lago di Martignano, pieno di gente, non parliamo con nessuno, poi alla fine ci avviciniamo ad una coppia per chiedere di una pizzeria (non vegetariana, ma possibilmente commestibile per noi) e loro, guarda il caso sono vegetariana lei, vegano da 10 anni lui;
  • mi reco in una struttura per disabili, parlo con la responsabile e scopro che e' vegetariana da 10 anni!
Ma che per caso noi vegetariani abbiamo una faccia di zucchina?


Non mi basta un post per descrivervi come cambia la vita, quando cambi modo di mangiare. Eppure Ippocrate, il padre della medicina, lo diceva: 

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo.

Quindi, per ora, sopporto il fatto che spesso non riesco a dormire e che la soglia della mia pazienza, un tempo ai limiti della stupidita', adesso e' scesa vertiginosamente, al punto che non tollero piu' soprusi di chicchessia. Un'altra cosa: intimamente nutro il desiderio e la speranza di dimagrire come vorrei. Del resto, sono fanatica! Date un'occhiata a questa storia incredibile sul sito di Valdo Vaccaro:

http://valdovaccaro.blogspot.it/2012/09/nove-anni-di-crudismo-e-72-chili-di-meno.html 

E poi, leggete il mio ultimo post su Fronte Libero:

http://frontelibero.blogspot.it/2013/04/incontro-con-valdo-vaccaro.html

domenica 14 aprile 2013

Joli Coeur


Quando sono nata avevo le orecchie a sventola ed ero storta per via della sofferenza del parto. Non ho molte foto di quando ero appena nata perche' mia madre forse se ne vergognava e in effetti, non ero bellissima. Infatti, la mia foto principale nella Home Page del blog mi ritrae con un bel fazzoletto, che copriva le mie orecchie, e di queste ne ho molte. Ero una figa col fazzoletto...una bambina da pubblicita'. Poi, a 8 anni, con un piccolo intervento di chirurgia estetica, ho risolto il mio problema e le orecchie non sono piu' spuntate fuori dai capelli lisci spaghetto. Ma questo non ha impedito ad una cugina malelingua e prendi-in-giro-tutti di battezzarmi Joli Coeur, il nome della scimmietta di Remi. Gia', probabilmente io sembravo una scimmia con quelle orecchie a sventola e la mia dolce cugina ha reso carino un insulto per niente carino. Ma del resto, io ho un "cuore bello", "carino", "grazioso" e "leggiadro", tant'e' che questo soprannome mi piaceva e ho impiegato ben 30 anni per capire che mia cugina e la sua famiglia volevano mettere in risalto il fatto che sembrassi una scimmia e non che avessi un cuore carino! Eppure ero anche una bella bambina e sono una bella donna oggi. E anche se fossi stata brutta non avrei dovuto essere ridicolizzata da nessuno! Nessuno dovrebbe essere preso in giro per un suo difetto fisico; e' un gesto cattivo, che fa soffrire, ma soprattutto poi, i difetti li abbiamo tutti e quindi, ognuno di noi, dovrebbe guardarsi allo specchio.

Questi sono Remi, la scimmietta Joli Coeur e gli altri 3 amici cani. Sembrano  proprio la mia famiglia attuale: Max, io e le nostre tre canette. Lo vedete? Tutto torna.
"Joli Coer" e' diventato Juliker e l'ho usato molto, ignara io del perche' mi fosse stato attribuito (mi sembrava carino!) e ignari gli altri del suo vero significato, e  per fortuna, grazie a mia madre e alla sua operazione, e a me, non me ne sono accorta. Poi, e' arrivato Max, che adora le scimmie, le trova fantastiche, se le guarda in TV, non importa se in un documentario di Piero Angela o nella serie tedesca, "Il mio amico Charlie". A lui piacciono le scimmie, Joli Coeur compresa, cioe' me. E ora che ho capito le intenzioni e il significato reale del soprannome? Non importa se sei bello o meno, l'importante e' come ti senti tu e anche come ti fanno sentire gli altri. Se ti senti brutto, gli altri ti vedranno cosi', se senti di avere un cuore carino e' perche' tu hai un cuore carino, nonostante chi prende in giro te, per non guardare se'. Del resto, nessuno e' perfetto...soprattutto chi vi prende in giro. E ricordatevi che nella vita troverete sempre chi vi amera', anche se sembrate delle scimmie!

Max ti amo!

venerdì 12 aprile 2013

Quarto mese vegetariano-vegano crudista: aiuto!



Ciao a tutti:)! Oggi sto una merda dopo una notte di merda, causata da una serata di merda...ma andiamo con ordine. Sapete che i primi di gennaio ho cominciato il mio esperimento dettato dalla lettura di The China Study e mutato la mia alimentazione in totalmente vegana (niente carne, pesce, uova, latte e i suoi derivati, quindi i prodotti caseari); terminato il mese, mi sono concessa un supergelato bio da Ermanno, una frittata e forse un paio di torte con il latte. Poi pero', una decina di giorni fa, abbiamo conosciuto nientepopodimeno che Valdo Vaccaro e il suo igienismo vegan-crudista e Max subito ne e' stato illuminato! Cosi' abbiamo avuto un ripensamento, piu' lui che io, e stiamo mangiando vegano tendenzialmente crudista. Sembra proprio che si possa guarire del tutto dalle malattie con l'igienismo e, addirittura, con il digiuno.


Cari sclerosetti, ho studiato molto l'alimentazione, dai tempi della Kousmine, e sono convinta che sia una strada possibile, fattibile ed efficace. Certo, capisco gli scettici che penseranno al fatto che non prendo farmaci preventivi tradizionali, quindi qualcosa mi sono dovuta inventare. E ci sto! Ma certo che io le provo tutte, ho messo a ferro e fuoco la mia vita, compiendo scelte difficili, non accettate e spesso poco gradite, ma come dire, la mia salute e' piu' importante di tutto! Penso a me e a condividere con chi ne avra' voglia. Per me, conoscere Vaccaro e le sue teorie, e' stato illuminante. Non vi dico poi del libro di Campbell, The China Study, che mi ha aperto un orizzonte: non c'e' limite alla pulizia del corpo e sono stufa di quello che leggo della SM su fonti cosiddette ufficiali. Basta censure! Libera scelta di cura e non a tutti i malati!


Sono stanca rotta da giorni...i primi mesi sono stata tranquilla e serena. Da qualche giorno, non ho forrze, ne' fisiche, ne' mentali. Ieri poi sono andata a cena da mia madre che di sostanzioso per me aveva cucinato soltanto le lenticchie (accompagnate da insalata e carciofi), ma i carboidrati erano assenti e questa mattina alle 5 mi sono svegliata in preda alla fame e ad un profondo nervosismo...aiuto!!! Certo, il tiramisu' l'avrei mangiato volentieri, ma perche' cucinare i quadrucci all'uovo e non un semplice spaghetto al pomodoro e basilico che di piu' vegano non ce n'e'?!!! Se passo questo mese, ce la faro' per sempre!! 


Non e' succulento?!

mercoledì 3 aprile 2013

La Natura non crea sfigati


Leggete il mio post su Fronte Libero sul libro di Giorgio Beltrammi, La Natura non crea sfigati sulla Nuova Medicina Germanica del Dottor Hamer e su una nuova consapevolezza per tutti i "malati" del mondo. (Ma soprattutto per i sani che ci stanno a fianco!).

http://frontelibero.blogspot.it/2013/04/la-natura-non-crea-sfigati.html

P.S.: Un caloroso benvenuto a Ladynight alla quale non riesco a mandare un messaggio. Benvenuta in Sclerosette!

Colloquio con Valdo Vaccaro

Se non conoscete Valdo Vaccaro, bisogna che andiate a dare un'occhiata al suo blog e ai suoi video su Youtube. O e' pazzo o e' un genio, penserete...come ho pensato io e si sa, il maestro insegna quando lo studente e' pronto. Tutto avviene al momento giusto e cosi' ci siamo addirittura conosciuti e abbiamo avuto un colloquio di quasi due ore. Valdo Vaccaro e' un naturopata, laureato in giurisprudenza e in filosofia, e chissa' quante altre cose sa! Si occupa di alimentazione, esperto di igienismo, amante della natura e degli animali. E' difficile definirlo, anche perche' e' una persona che non ama le etichette, e quindi, non mi va di fargli un torto. Se siete onnivori, probabilmente cambierete pagina web una volta intraviste due righe sul suo blog e non leggerete questo post, ma se avete avuto a che fare con malattie toste o disordini alimentari, il suo blog fa al caso vostro. Max sta divorando i suoi libri ed entrando in una fase ascetica dell'alimentazione igienistica. Valdo Vaccaro non e' un santone, ma le sue idee, delle quali non vuole convincerti, ti aprono un mondo affascinante e possibile. Sul suo sito, troverete storie di persone che sono guarite da varie malattie, la sclerosi stessa o anche disturbi piu' lievi, seguendo un'alimentazione sana e naturale: fruttarianesimo, vegan-crudismo, a seconda della necessita'.


Ho scoperto che autoimmune e' una definizione insulsa che i medici hanno dato a patologie come la nostra, per affibbiarci pure la colpa della malattia: della serie siete malati ed e' pure colpa vostra...e non si puo' fare un cazzo, quindi zitti e mosca! Ah...quanto funziona il senso di colpa atavico... Adesso io non sono diventata brava...ho mangiato e bevuto lo schifo, da fare schifo; pero' la malattia mi ha dato due possibilita': una di capire e una di guarire. E cosi' ho provato a cambiare, prima mollando i cibi spazzatura, poi il latte, il caffe', poi le sigarette, poi lo zucchero...e un bel giorno ho letto The China Study di Campbell e ho accolto la sua scommessa: sono diventata vegana per un mese. Trascorso il mese, in cui ho festeggiato con il mio geleto bio, mi sono resa conto che Campbell aveva ragione: non si torna indietro. Certo, sono sempre un ex cassonetto in pensione e quindi stasera ho preparato un bel budino al cioccolato con il latte al cioccolato...ma tutti gli ingredienti sono vegetali, burro e latte di riso compresi.
I cambiamenti si possono fare lentamente, uno dopo l'altro, ma se volete e' possibile. E' lunga la tana del bian coniglio...ma vale la pena e fate sempre in tempo a tornare indietro!
Vi aggiorno sulle mie scoperte alimentari salutiste e naturali, ma anche sui deliri igienisti di Max ;) che si mangia i pezzi di cedro con la menta a colazione!
Saluti Veganetti :)

Il blog di Valdo Vaccaro: http://valdovaccaro.blogspot.it/
Un video sull'alimentazione corretta: http://www.youtube.com/watch?v=mUIh_nUoe_w