Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

martedì 15 febbraio 2011

Sclerosetta in bicicletta



Non lo sapevate che io adoro andare in bicicletta? No?! Fino a tre anni fa, usavo addirittura la bici come mezzo di locomozione e a Roma, credetemi, ci vuole coraggio! Prendevo la mia bici e andavo al centro, di qua e di la', a studiare e poi via, su di nuovo in bici, a lavoro. Che bello! Anzi, fatemelo di' alla romana: chebbbello! E invece poi, e' arrivata la diagnosi e tra le cose che si e' portata via, ha preso anche la bici. La bici, una gioia per me. Anzi, ora che mi ricordo, e' stato l'interferone il colpevole principale, perche' una volta cominciata la cura, ho resistito forse un altro mese e poi ho mollato. Non riuscivo neanche a tenere in mano la borsa o a fare una rampa di scale, figuriamoci andare in bicicletta. Ma soprattutto la diagnosi e la cura mi avevano tolto la gioia di andarci e questa e' la malattia peggiore da sconfiggere: il sentirsi malati e la paura di non farcela! Adesso e' passata, la prima volta che sono rimontata in sella, per un tratto breve, non si sa mai, ero cosi' felice che mi sono commossa di gioia (sembravo una scema che rideva da sola!) e non chiedetemi di rinunciare ad essere felice, perche' non posso. E non voglio. Va be', tutto questo preambolo per dirvi che da una settimana sono risaltata in sella e sono andata, ed oggi e' stato il primo giorno in cui l'ho seriamente ripresa: 45 minuti di passeggiata, come ai vecchi tempi...sclerosetti, chebbbello!
Ve la dovevo proprio raccontare...la sclerosetta in bicicletta!

domenica 13 febbraio 2011

Sono nate le Ameline!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ciao a tutti!
Ecco a voi le nostre tre splendide Ameline!!! La mia Amelia le ha date al mondo l'11 febbraio 2011, in un parto cominciato a mezzogiorno e terminato alle undici (senza contare che per Amelie la giornata era cominciata alle cinque...). E dopo tanta fatica, sono nate queste tre meraviglie. Unica nota triste di questa splendida giornata, e' stato il decesso dell'unico maschietto della cucciolata. Non sappiamo dire se e' nato morto, Nino, questo il nome che spontaneamente Max ed io gli abbiamo dato, oppure no, tant'e' non ha dato segni di vita neanche dopo 40 minuti di rianimazione. Siamo molto dispiaciuti per lui, ma vogliamo gioire per le tre fantastiche pesti che sono nate, le Ameline! Ce le vorremmo tenere Max ed io...sicuramente una restera' con noi...e' difficile fare delle previsioni...noi amanti dei cani siamo imprevedibili. Per ora, non aggiungo altri superflui e melensi commenti sull'accaduto che, avrete capito, ci ha resi felicissimi, ma state attenti, perche' potrei decidere di scrivere delle nostre piccole da qui all'eternita' :)!
Giuliana

martedì 8 febbraio 2011

Il mio vero nome

Ciao a tutti. E' da tempo che mi frulla in testa l'idea di farvi sapere chi sono realmente o comunque, almeno dirvi qual e' il mio vero nome. Amelie, la mia cagnetta e' in dolce attesa. Ieri 7 febbraio 2011, giorno del mio trentaduesimo compleanno, e' finito il tempo e lei dovrebbe partorire a breve. Quindi, da un momento all'altro, scrivero' su questo blog che sono nati gli Amelini e non vorrei faceste confusione. Ovviamente questo e' solo un pretesto per svelarvi il mio vero nome, idea che ho in testa gia' da un po' di tempo, perche' non mi nascondo piu', sono io, una bella sclerosetta, orgogliosa di esserlo e non ho paura. Non ho paura di nessun colpo infertomi dalle varie Crudelie, Olivie e Rite del caso. Facciamoli questi nomi. Tanto cosa siamo noi se non un piccolo punto nell'universo? A chi importa come mi chiamo veramente? Pero' io ve lo voglio dire, per correttezza verso di me e la mia malattia, che accetto e per la quale non voglio essere compatita, ma capita; e voglio che la mia malattia sia accettata quanto l'accetto io. E almeno anche voi, sapete chi e' 'sta squilibrata che scrive. Continuero' magari a firmarmi Amelie sulla rubrica Parliamo di noi e chissa' per un po' anche qui, pero' da oggi sappiatelo, cari Sclerosetti, io mi chiamo Giuliana!